Milan, ufficiale: Giampaolo è il nuovo allenatore

Tempo di lettura: 2 minuti

MILAN GIAMPAOLO ALLENATORE – Era nell’aria da giorni, ora è arrivata anche l’ufficialità. Marco Giampaolo è il nuovo allenatore del Milan. L’ex tecnico della Sampdoria ha firmato con i rossoneri un biennale con un’opzione per il terzo: guadagnerà 2 milioni di euro netti a stagione. L’annuncio è arrivato con una nota pubblicata sul sito del club: “Ac Milan comunica che, a partire dal 1° luglio 2019, affiderà la conduzione tecnica della Prima Squadra a Marco Giampaolo attraverso un contratto con il club rossonero fino al 30 giugno 2021, con un’opzione per il rinnovo fino al 30 giugno 2022”. Giampaolo inizierà a lavorare con la squadra a partire dal prossimo 9 luglio, giorno del primo allenamento stagionale a Milanello.

Giampaolo: risoluzione con la Sampdoria e obiettivi Milan

L’ex tecnico blucerchiato arriva a Milano dopo aver risolto consensualmente il contratto che lo legava alla Samp fino al 30 giugno 2020. Massimo Ferrero gli ha augurato “buona sorte” e lo ha definito “un passaggio importante per lo sviluppo del progetto tecnico del club”. Ed è proprio lo sviluppo, inteso come crescita di immagine e risultati, che ora il Milan chiede a Giampaolo. Centrare la Champions, solo sfiorata quest’anno con Gattuso, è l’obiettivo dichiarato del club. Con Giampaolo in rossonero lo staff di fedelissimi: Francesco Conti, Fabio Micarelli, Salvatore Foti e Samuele Melotto. Con ogni probabilità anche Stefano Rapetti, preparatore atletico che ha lavorato con Mourinho sia all’Inter che al Manchester United.

Giampaolo: carriera allenatore

Marco Giampaolo, nato a Bellinzona, in Svizzera, ma abruzzese di Giulianova, in carriera ha collezionato 324 panchine di cui 270 in Serie A. Il suo percorso da allenatore, dopo una breve carriera da calciatore, inizia nel 2000 come vice sulle panchine di Pescara, Giulianova, Treviso e Ascoli. In Serie A approda sulla panchina del Cagliari nella stagione 2006-07, ma con il Presidente Cellino, che lo esonera due volte, il rapporto non decolla praticamente mai. Poi, un lungo peregrinare: Siena, Catania, Cesena, Brescia e Cremonese. Fino all’Empoli, dove arriva nel 2015 raccogliendo l’eredità di Maurizio Sarri (fu proprio l’attuale tecnico della Juve a consigliarlo al presidente Corsi, ndr). Nell’estate del 2016, poi, il passaggio alla Sampdoria dove Giampaolo in 3 anni ha collezionato due decimi e un nono posto. Ma, soprattutto, ha messo in mostra un gioco fatto di possesso palla e intensità. Ora l’occasione di mostrarlo in una big.

Related Articles

5 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

SEGUICI SU

2,098FansMi piace
571FollowerSegui
345FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE