Torino, Izzo: “Voglio ripagare la fiducia di Juric. Belotti? Lo stiamo aspettando”

ilsalottodelcalcio-torino-izzo-armando-conferenza-intervista
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

IZZO TORINO BELOTTI JURIC – Queste le parole di Armando Izzo, difensore del Torino, intervenuto sul canale ufficiale del club granata e in conferenza stampa.

Torino, l’intervista di Izzo: sulla prima di campionato

Juric e Gasperini sono due grandi allenatori, entrambi lavorano molto sull’intensità. L’obiettivo è quello di riscattarmi, ho sempre giocato a tre dietro e l’anno scorso con Giampaolo non è stato facile adattarsi”.

Sul riconquistare un posto in Nazionale

“L’obiettivo è quello. Conosco molto bene mister Juric, spero di fare bene e di ripagare la sua fiducia. Io per prepararmi mi sono allenato tantissimo perché so cosa vuole Juric. Mi sono fatto trovare pronto e lui per questo mi ha fatto i complimenti”.

Sul ritiro e il lavoro con Juric

“I carichi di lavoro sono molto pesanti. Ogni allenamento è veramente duro, dobbiamo continuare in questo modo così saremo pronti per il campionato. Sono giorni molto faticosi. Stiamo correndo tantissimo. Lui lavora molto su intensità e forza. Juric è uno molto silenzioso e carismatico. È uno molto aggressivo e trasmette questo. Sono molto contento di averlo ritrovato. È uguale a come l’avevo lasciato a Genova. Quest’anno vedo molta empatia tra di noi. Si è creato un grande gruppo. Anche quando corriamo, lo facciamo a gruppi. Siamo molto uniti. Dopo gli allenamenti ci fermiamo di più a tavola, giochiamo alla play. Stiamo correndo e ci stiamo divertendo tantissimo. Juric dà tutto in campo, poi nel tempo libero ci lascia tranquilli, vuole che si crei un grande gruppo. Io voglio fare una grande stagione sia a livello personale che di squadra. Così possiamo dare soddisfazioni ai tifosi. E poi vorrei riprendermi la Nazionale. Ho tantissima voglia. Mi ha fatto male non esserci agli Europei, ma ora lavoro tantissimo per esserci al Mondiale. L’obiettivo della squadra non lo so, noi stiamo lavorando per migliorarci giorno dopo giorno. Noi del Torino non dobbiamo avere paura di nessuno, dobbiamo giocare a viso aperto e con la giusta cattiveria possiamo toglierci le giuste soddisfazioni”. 

Su Belotti

“Lo aspettiamo. È il nostro capitano e lo rivogliamo presto con noi. Ci siamo sentiti, tutto il gruppo si è complimentato con lui per l’Europeo e non vede l’ora di riabbracciarlo”.