Milan, Spalletti-Inter è braccio di ferro per la risoluzione del contratto. Ultimatum rossonero: aspetterà solo 24 ore

ilsalottodelcalcio-luciano-spalletti-stefano-pioli
Foto Getty
Tempo di lettura: 2 minuti

SPALLETTI MILAN PANCHINA – Fino alla scorsa settimana, la panchina di Marco Giampaolo sembrava essere ben salda. Oggi, nonostante la vittoria ottenuta con il Genoa, la società rossonera è pronta a cambiare per dare una scossa all’ambiente e soprattutto alla squadra.

Milan, Spalletti è pronto a sostituire Giampaolo

Le indiscrezioni parlano di Luciano Spalletti come primo obiettivo per la panchina del Milan. Il tecnico di Certaldo avrebbe accettato la proposta del club rossonero, ma ora deve trovare l’intesa economica con l’Inter per la buonuscita.

Spalletti e l’Inter, nodo buonuscita

Il nodo vero e proprio riguarda la buonuscita. Spalletti, legato ancora da 2 anni di contratto con l’Inter, avrebbe avanzato una richiesta di circa 4,5 milioni di euro netti, pari ad un anno di contratto. Cifra che il club nerazzurro non sarebbe disposta a versare. Il Milan resta alla finestra e osserva, ma ha dato un ultimatum al tecnico di Certaldo: attenderà massimo fino a domani sera. Poi virerà su Stefano Pioli.

Milan-Spalletti, gli aggiornamenti

Aggiornamento ore 19:30: L’Inter sarebbe orientata ad accontentare le richieste il tecnico toscano sulla buonuscita, ma non c’è ancora un accordo sulle cifre. Si lavora alacremente per chiudere la questione il prima possibile.

Aggiornamento ore 19: Il tecnico di Certaldo pretende almeno un anno di stipendio, pari a 4.5 milioni netti, con l’Inter non intenda al momento cedere alle richieste di Spalletti. Proseguono i contatti tra le parti.

Aggiornamento ore 18: Spalletti avrebbe rifiutato una prima offerta di buonuscita proposta dall’Inter. Le parti continuano a lavorare per trovare un accordo.

Aggiornamento ore 15: Luciano Spalletti ha detto di sì al Milan. La novità è che la discussione sulla risoluzione del contratto con l’Inter riguarderebbe direttamente le due società milanesi. Il tecnico toscano percepisce uno stipendio netto di 4,5 milioni netti annui, con validità sino al giugno 2021, e non intende rinunciare nemmeno ad un euro. Ma il vero nodo è la buonuscita che Spalletti pretende dall’Inter per liberarsi.

Aggiornamento ore 13:45: secondo quanto riferito poco fa da Sport Mediaset, Spalletti starebbe già discutendo con la dirigenza dell’Inter la risoluzione del loro accordo contrattuale.