Serie A, torna l’ipotesi play-off

ilsalottodelcalcio-lega-calcio-serie-a-logo-striscione-palco
Getty Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

SERIE A PLAY OFF RIPRESA . La Serie A attende di conoscere il proprio destino. A tenere in mano le redini del futuro del calcio ci sono diverse figure istituzionali, tra le quali il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ma anche i principali organi sportivi italiani. L’ipotesi che il Governo sta vagliando, è quella della ripresa degli allenamenti, anche se individualmente e non di squadra, a partire dal 4 maggio. E la Lega Calcio, dal canto suo, ha fatto sapere che occorrono almeno tre settimane di allenamenti (in gruppo) prima di poter tornare a giocare.

Serie A, allenamenti e ripresa del campionato: torna l’ipotesi dei play-off

Come si legge su Il Messaggero, da gestire non ci sono solo le date, ma anche e soprattutto un problema etico: come si possono fare così tanti tamponi ai calciatori se non ce ne sono per i cittadini? La prima risposta è già arrivata. Il Campus Biomedico ha messo a disposizione la propria struttura per non pesare sulla collettività: per ogni tampone è come se ne venissero comprati 5 per i cittadini. Il presidente della Figc, intanto, è pronto al piano di riserva, che prevede l’ipotesi dei play-off (e quindi anche dei play-out). Se il via libera definitivo dovesse scattare a fine maggio, massimo agli inizi di giugno, sarebbe infatti impossibile giocare le 12 gare mancanti più i recuperi entro il 2 agosto. E allora, anche in questo caso, ci sarebbe la soluzione: poche gare, magari da giocare tutte al Centro-Sud, pochi spostamenti e giocatori monitorati per le due settimane necessarie.