Roma, Petrachi ha in mano il tris: Rugani, Kalinic e Taison

Getty Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

ROMA PETRACHI – Sette giorni di fuoco aspettano la Roma. Il derby con la Lazio domenica, il calciomercato che chiude il giorno seguente e di ieri la brutta notizia di Diego Perotti (out 2 mesi). Petrachi dunque è chiamato agli straordinari per sistemare la rosa prima del gong finale. Come scrive Il Messaggero, sono tante le operazioni da chiudere. Da quelle in uscita di Defrel, Schick e Olsen, alle tre in entrata.

Roma, Petrachi non molla neanche Lovren

Già, perché alla Roma servono un vice Dzeko. Kalinic è l’obiettivo principale. Operazione chiusa con l’Atletico Madrid sulla base di un prestito con diritto di riscatto, ma prima che si possa concretizzare deve uscire Schick. Poi la questione difensore. In queste ultime ore sono ricominciati i contatti per Rugani. Domenica notte una prima telefonata di Fienga alla Juventus e nelle prossime 48 ore sono previsti nuovi incontri per chiudere un accordo. In alternativa resta viva la pista Lovren. Infine, visto il problema accusato da Perotti, c’è Taison nel mirino di Petrachi. L’esterno ha chiesto allo Shakhtar di essere ceduto. L’agente ha confermato l’interesse dei giallorossi e le prossime ore saranno decisive per capire se potrà arrivare un’intesa finale. La Roma, però, non vorrebbe andare oltre i 15 milioni nel diritto di riscatto.