Fiorentina, è il Ribery Day: “Qui per aiutare. La Serie A è un grande campionato”

Tempo di lettura: 2 minuti

RIBERY DAYFranck Ribery si presenta. Il campione francese, vero e proprio colpo di mercato della nuova Fiorentina di Rocco Commisso, si è presentato alla stampa questo pomeriggio, prima della grande festa organizzata dal club all’Artemio Franchi. Al suo fianco il ds Daniele Pradé, che ha aperto la conferenza dopo i saluti di Joe Barone.

“Quello che rappresenta Franck lo vedete dal modo in cui è stato accolto”

“Tutto è cominciato il 20 di giugno – ha raccontato Pradé – quando ho sentito Luca Toni. Fu lui il primo a consigliarmi Ribery per riportare entusiasmo. Cinque giorni dopo, per una serie di episodi, sono riuscito a parlare con lui. Mi ha stregato, ci abbiamo lavorato, ed eccolo lì. Quello che rappresenta lo vedete tutti, anche dal modo in cui è stato accolto”.

ribery day
Foto Getty

“Non sono l’anti CR7, voglio aiutare la Fiorentina”

Ora parola a Franck Ribery:”Sono felice di aver scelto la Fiorentina. Non sono qui per essere il rivale di Cristiano Ronaldo ma per aiutare la squadra, è la mia priorità. La Serie A è un grande campionato, e la Fiorentina una grande squadra. Spero di poter dare il mio contributo per arrivare tra le prime tre a fine campionato. Amo il calcio, ed ecco perché ho scelto di restare in Europa. Non so finché resterò in campo, se farò come Totti o meno. Ma farò il possibile. Anche dopo il mio infortunio di gennaio mi sono sempre messo a disposizione della squadra e ho fato il mio, sia in campo che negli spogliatoi. In Serie A mi ha colpito il mercato dell’Inter, ma ciò che c’è di bello è la cultura del calcio che c’è qui”. In coda anche l’annuncio sul debutto: “Non sarò in campo per la prima di campionato, ancora non sono pronto”.