Razzismo, il premier bulgaro chiede le dimissioni del n°1 della Federcalcio

ilsalottodelcalcio-bulgaria-inghiliterra-tifoso-morto-inglese
Getty Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

BULGARIA RAZZISMO – E’ una sosta per le Nazionali senza pace. Dai giocatori turchi che appoggiano l’offensiva di Erdogan contro i curdi agli episodi di razzismo a cui abbiamo assistito durante Bulgaria-Inghilterra c’è tanto materiale per l’Uefa. Dopo i cori contro Sterling di ieri, il premier Boyko Borissov ha chiesto le immediate dimissioni del presidente della Federcalcio bulgara. Il Ministro dello Sport di Sofia, Krasen Kralev, ha poi dichiarato: “Il governo ha fatto tantissimo per far progredire il calcio bulgaro negli ultimi anni, ma dopo i recenti episodi, tenuto in considerazione l’intero stato del movimento e gli incidenti capitati ieri sera, il primo ministro mi ha chiamato con la massima urgenza per ordinarmi di sospendere da oggi ogni relazione con la Federazione, anche a livello economico, fino a quando non arriveranno le dimissioni di Borislav Mihaylov”.