Premier League, ormai è Premier Liverpool: settima vittoria di fila

ilsalottodelcalcio_georginio-wijnaldum_liverpool_premierleague
Getty Images
Tempo di lettura: 2 minuti

PREMIER LEAGUE – Questa volta ci è voluto un po’ più di tempo e una papera del portiere avversario, ma il Liverpool è riuscito comunque a conquistare altri tre punti. Settima vittoria su sette partite di campionato giocate fino ad oggi. I Reds non sembrano conoscere ostacoli, almeno in Premier League. O meglio, “Premier Liverpool”, perché il campionato inglese è ormai un lungo ed ininterrotto monologo della squadra di Klopp. La vittoria in casa dello Sheffield United corrisponde, infatti, al sedicesimo successo consecutivo in Premier considerando anche la scorsa stagione. Al Bramall Lane i Reds, come detto, hanno faticato più del previsto. Complice uno Sheffield che si è difeso egregiamente e qualche problema di mira da parte di Sadio Mane e compagni. A pescare il jolly da tre punti ci ha pensato Gerginio Wijnaldum. Al 70’ l’olandese ha provato una conclusione dalla distanza che è passata tra le gambe di un non impeccabile Dean Henderson. Festa, dunque, per il Liverpool che sale a 21 punti consolidando il suo primato in classifica. Mastica amaro lo Sheffield che scivola in dodicesima posizione. 

Premier League, il Manchester City continua l’inseguimento

Ad inseguire il Liverpool capolista, per il momento, ci pensa il Manchester City. La formazione di Pep Guardiola è distanziata di cinque punti da quella di Juergen Klopp, e sta tentando in tutti modi di non perdere terreno. L’impegno in casa dell’Everton poteva creare più di qualche grattacapo ai Citizens. I gol di Gabriel Jesus, Riyad Mahrez e Raheem Sterling hanno però fissato il risultato sul 3-1, consentendo al City di uscire con una vittoria preziosa dal Goodison Park. Alle spalle dei Citizens c’è il sorprendente Leicester. L’ex squadra campione d’Inghilterra con Claudio Ranieri sembra aver trovato nuovi stimoli in questa stagione. L’ennesima dimostrazione dello stato di forma delle Foxes è il 5-0 rifilato al malcapitato Newcastle. Trascinato dal solito Jamie Vardy, autore di una doppietta, il Leicester ha ottenuto la vittoria più rotonda della propria storia in Premier League confermandosi al terzo posto a due punti dal City.

Foto Getty

L’Arsenal riacciuffa il Manchester United nel Monday Night

Il settimo gol in campionato di Pierre-Emerick Aubameyang ha permesso all’Arsenal di agguantare il pareggio all’Old Trafford nel match del Monday Night contro il Manchester United. L’attaccante dei Gunners ha risposto così al vantaggio dei padroni di casa arrivato grazie ad un gran gol di Scott McTominay. Un punto importante per l’Arsenal che resta così quarto in classifica. Ancora buio pesto, invece, per lo United che dopo aver sfiorato la possibile vittoria del rilancio si ritrova nuovamente nel caos del centro classifica. Risalgono lentamente la china, intanto, Tottenham e Chelsea, rispettivamente sesta e settima in classifica. Gli Spurs, in dieci uomini per l’espulsione di Serge Aurier, hanno superato il Southampton con le reti di Tanguy Ndombele e Harry Kane. Un rigore di Jorginho e il gol di Willian hanno invece consentito al Chelsea di battere il Brighton, e di ottenere la prima vittoria casalinga della stagione. Davanti a Tottenham e Chelsea c’è il West Ham che ha impattato 2-2 in casa del Bournemouth. Questi gli altri risultati del settimo turno della Premier League: Aston Villa-Burnley 2-2; Crystal Palace-Norwich 2-0; Wolverhampton-Watford 2-0.