Premier League, fari puntati su Arsenal-Tottenham

ilsalottodelcalcio-arsenal-emery-tottenham-pochettino-premier-league
Foto Getty
Tempo di lettura: 2 minuti

PREMIER LEAGUE – Niente anticipo e niente Monday Night per il quarto turno della Premier League, concentrato tutto nel fine settimana visti i prossimi impegni delle Nazionali. Il match-clou della quarta giornata del campionato inglese e’ quello tra Arsenal e Tottenham, in programma domenica alle 17.30. Il derby dell’Emirates stadium chiudera’ la giornata, e si annuncia particolarmente acceso. Oltre alla tradizionale rivalita’ cittadina, tra i due club londinesi sono in palio tre punti che potrebbero gia’ pesare parecchio. Gunners e Spurs, infatti, non possono permettersi di perdere altro terreno dal Liverpool capolista. L’Arsenal e’ reduce dalla sconfitta esterna proprio contro i Reds, e si trova a tre lunghezze dalla squadra di Klopp. Per il Tottenham, nell’ultima giornata, e’ arrivato il tonfo interno contro il Newcastle e si ritrova ora con un bottino di soli 4 punti. Una vittoria nel derby, dunque, puo’ valere tantissimo.

Premier League, lo United non puo’ piu’ sbagliare

C’e’ poi un’altra squadra che non puo’ piu’ permettersi di sbagliare: il Manchester United di Ole Gunnar Solskjaer. L’ex Red Devil subentrato a Jose Mourinho la passata stagione, e’ partito col freno a mano tirato in questo avvio di campionato e la sua posizione non sembra essere molto solida. Lo United ha collezionato quattro punti ed e’ stato battuto in casa dal Crystal Palace nell’ultima partita di Premier. L’arrivo milionario di Harry Maguire in difesa sembra aver portato maggiore stabilita’, ma e’ l’equilbrio generale dei Red Devils ad essere molto fragile. Le partenze di Romelu Lukaku e Alexis Sanchez (Inter) e quella di Chris Smalling (Roma), hanno creato qualche malumore tra i tifosi. Una situazione resa ancora piu’ delicata dopo gli episodi di razzismo da parte di alcuni sostenitori dello United nei confronti di Pogba e Rashford, colpevoli di aver fallito due calci di rigore. Contro il Southampton in trasferta, nella prima sfida del quarto turno sabato alle 13.30, i Red Devils si trovano gia’ davanti ad una svolta della stagione.

Il Liverpool cerca la prima fuga

Della situazione non particolarmente brillante delle avversarie, provera’ ad approfittarne il Liverpool. I Reds sono a punteggio pieno e da soli in testa alla classifica. La squadra di Klopp, che ha anche vinto la Supercoppa Europea contro il Chelsea, sembra quasi inarrestabile. Alisson tra i pali, Mohamed Salah in attacco e il fresco vincitore del premio UEFA come miglior giocatore della passata stagione, Virgil Van Dijk, in difesa: tre pilastri che reggono la casa di Klopp. Una struttura solida e, apparentemente, con pochissimi punti deboli. Il Liverpool in Champions League sara’ avversario del Napoli. In Premier, invece, provera’ a battere il Burnley in trasferta e allungare il vantaggio in classifica. Un vantaggio che spera invece di ridurre il Manchester City. La squadra di Guardiola e’ l’unica che, al mommento, sembra in grado di poter contendere il titolo al Liverpool, sulla falsa riga del duello che ha caratterizzato la scorsa stagione. I Citizens, campioni in carica, ospiteranno il Brighton sabato alle 16.00. Sempre alle 16.00 di sabato sara’ di scena il Chelsea. I Blues, dopo un avvio in salita, hanno trovato la prima vittoria in casa del Norwich, e ora proveranno a bissare allo Stamford Bridge contro lo Sheffield. Queste le altre gare del quarto turno di Premier League: Crystal Palace-Aston Villa, Leicester-Bournemouth, Newcastle-Watford, West Ham-Norwich (sabato, ore 16.00), Everton-Wolverhampton (domenica, ore 15.00).