Premier League, continua la marcia del Liverpool

ilsalottodelcalcio-jurgen-klopp-panchina-liverpool-premier-league
Foto Getty
Tempo di lettura: 2 minuti

PREMIER LEAGUE – Quarto turno della Premier League ancora nel segno del Liverpool. I campioni d’Europa, dopo quattro giornate di campionato, si ritrovano a punteggio pieno e da soli in testa alla classifica. L’ultima vittoria, un perentorio 3-0 in casa del Burnley, porta la firma di Sadio Mane e Roberto Firmino, oltre a quella di Chris Woods, autore di uno sfortunato autogol che ha aperto le marcature. Il gol di Mane, in particolare, ha confermato le doti da talismano dell’attaccante senegalese. Con lui a segno, il Liverpool non ha mai perso le ultime 33 partite. Una marcia trionfale, quella dei Reds che, dopo la vittoria nella finale della scorsa Champions League contro il Tottenham, sono ripartiti alla grande. 

Premier League, Reds da record con Klopp

Per il Liverpool è arrivata la vittoria della Supercoppa Europea contro il Chelsea, il ko solo ai rigori nella Community Shield con il Manchester City e il poker di vittorie in Premier League. La macchina di Juergen Klopp, insomma, non sembra voler rallentare. Il tecnico tedesco, con il successo contro il Burnley, è entrato ancora di più nella leggenda del Liverpool centrando, per la prima volta nella storia del club, la tredicesima vittoria consecutiva in campionato. Record che interessa poco a Klopp dato che, dopo la sosta per le Nazionali, i Reds affronteranno il Newcastle il 14 settembre, per poi volare a Napoli tre giorni dopo per la prima sfida del girone di Champions League. Solo il Manchester City, per ora, riesce a tenere il ritmo di Salah e compagni. I Citizens inseguono a due lunghezze, in considerazione del pareggio alla seconda giornata con il Tottenham. Per il resto, Guardiola ha vinto tutte le altre partite, segnando anche molti gol. Quattordici, in totale, le reti messe a segno dal City fino a questo momento, con solo tre gol al passivo. Un bottino che si è arricchito dopo l’ultimo poker contro il Brighton, impreziosito dalla doppietta di Sergio Aguero.

ilsalottodelcalcio-arsenal-emery-tottenham-pochettino-premier-league
Foto Getty

Arsenal e Tottenham pari nel derby londinese

Continuano a perdere terreno, invece, le altre dirette avversarie. Nel big-match del quarto turno Arsenal e Tottenham hanno pareggiato 2-2. Rammarico soprattutto per gli Spurs, in vantaggio con Eriksen e poi con Kane su rigore, ma raggiunti prima dal gol di Lacazette e poi da quello di Aubameyang. Un pari che porta i Gunners a 7 punti in classifica, mentre il Tottenham è a quota 5. Stessi punti del Manchester United, fermato sull’1-1 dal Southampton, e del Chelsea, a cui non è bastata la doppietta di Tammy Abraham per andare oltre il 2-2 con lo Sheffield. Un cammino a singhiozzo per Red Devils e Blues, di cui ha approfittato in particolare il Leicester. La squadra di Brendan Rodgers ha superato 3-1 il Bournemouth portandosi al terzo posto in classifica davanti al Crystal Palace, vincitore 1-0 contro l’Aston Villa. In coda primo punto per il Watford grazie al pareggio, 1-1, nella trasferta contro il Newcastle. Penultimo, invece, il Norwich, battuto 2-0 dal West Ham che è salito a sette punti, così come l’Everton. I Toffees di Moise Kean hanno battuto 3-2 il Wolverhampton di Patrick Cutrone. I due attaccanti italiani sono rimasti a secco (ma assist vincente per Kean), partendo però entrambi titolari.