Barcellona, per Neymar spunta l’ipotesi del prestito secco

Foto Getty
Tempo di lettura: 2 minuti

NEYMAR PRESTITO BARCELLONA – Tra Neymar e il Barcellona non sembra essere detta l’ultima parola. L’attaccante brasiliano, ai ferri corti con il Paris Saint-Germain – club in cui milita attualmente – potrebbe tornare in Liga con una soluzione alternativa alla cessione. Secondo la stampa vicina ai blaugrana, una delle formule al vaglio è il prestito secco del calciatore.

Una soluzione temporanea alla saudade catalana

La formula, in ogni caso, non sarebbe risolutiva, ma rappresenta una valida alternativa al ‘problema’. Questo tipo di soluzione, infatti, permetterebbe ai due club di avere un’intera stagione per poter studiare un assetto che non vada a scontentare le parti. Inoltre, elemento da non sottovalutare, il giocatore – che nella logica di mercato è un capitale – non resterebbe fermo e quindi non vedrebbe le proprie quotazioni calare.

neymar prestito barcellona
Foto Getty

Un prezzo alto chiesto dal PSG

Il presidente del club parigino, Nasser Al-Khelaïfi, per la cessione di Neymar intende trattare su una base di 300 milioni. Base studiata per cercare di rientrare della spesa record affrontata per portare O’Ney a Parigi: 222 milioni di euro. Tuttavia, per il patron del club, la situazione è diventata ancor più intricata nel momento in cui il giocatore ha categoricamente rifiutato il trasferimento all’unico club che al momento si è fatto avanti per l’acquisto: si tratta del Real Madrid, acerrimo rivale del Barcellona. Inoltre, a contattare il club parigino sarebbero stati altri due top club europei, che hanno avrebbero desistito dopo la base proposta da Al-Khelaïfi. Secondo alcune indiscrezioni, si tratterebbe dei tedeschi del Bayern Monaco e della Juventus.