Getty Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

ANCELOTTI NAPOLI BOLOGNA INTERVISTA – Nessuna giustificazione. Il Napoli esce sconfitto dal San Paolo per mano del Bologna e Carlo Ancelotti analizza il momento no dei suoi, intervistato dopo il match da Sky.

Le parole di Carlo Ancelotti dopo Napoli Bologna

“In questo momento il Napoli è una squadra che non riesce a mantenere la stessa applicazione che abbiamo avuto in Champions. Il momento è molto negativo e molto delicato, tutti insieme dobbiamo fare una valutazione per uscirne. Ci può stare un periodo, ma adesso è diventato troppo lungo. Ora farò un confronto con la squadra, perché io mi prendo la maggior parte delle responsabilità, ma anche i giocatori si devono sentire responsabili: in campo ci vanno loro e devono provare a mettere sempre la stessa intensità come collettivo. Non ce la stanno mettendo tutta o lo fanno solo in parte. Se la squadra mi aiuta, bene, altrimenti li troverò da solo. Sento la fiducia di squadra e società, ma servono rimedi e soluzioni. L’obiettivo è che questa stagione possa essere alla fine positiva”.

L’appello del tecnico del Napoli ai tifosi partenopei

“Ai tifosi posso dire di avere pazienza, anche se capisco che sono delusi, dispiaciuti, amareggiati e non posso che dar loro ragione. Anche noi siamo amareggiati, ma io cerco di stare lucido per trovare una soluzione”.

La squadra è contro l’allenatore? La risposta di Ancelotti dopo la sconfitta contro il Bologna

“Ho sentito dire che la squadra è contro l’allenatore, ma non è vero. C’è unità di intenti e mi sento di avere un ottimo rapporto, nessun giocatore mi ha mai mancato di rispetto, forse questa relazione si deve mettere un po’ più sul duro. Ci confrontiamo tutti i giorni con il presidente, con il ds, stiamo tutti soffrendo e vogliamo risolvere”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui