ilsalottodelcalcio-conferenza-stampa-manchester-city-pep-guardiola
Foto Getty
Tempo di lettura: 2 minuti

MANCHESTER CITY ATALANTA GUARDIOLA – Davide contro Golia. Sembra almeno questa la definizione della sfida di domani tra Manchester City e Atalanta. Gli inglesi comandano il ‘Gruppo C’ di Champions League a punteggio pieno, mentre la squadra di Gasperini è ferma ai nastri di partenza. Alla vigilia del match il tecnico Pep Guardiola ha parlato in conferenza stampa: “Per una squadra come l’Atalanta, fare quello che ha fatto lo scorso anno è incredibile. È come vincere un campionato con una grande squadra, è una gioia vederli giocare, hanno coraggio, rispettano la tifoseria andando avanti, attaccando, saltando l’uomo e prendendo tanti rischi”.

L’Atalanta

“Siamo due squadre che hanno tanto coraggio, dovremo adattarci a quello che fanno, mi auguro che loro possano adattarsi. Sarà una partita molto aperta, noi concediamo e facciamo tanti gol, sarà uno spettacolo, una festa per il calcio”.

La Champions League

“Ho molta fiducia nella mia squadra, ma ho la consapevolezza che ci siano altri club che possano vincere. Questa competizione non si vince nei gironi. Finora non siamo stati molto forti sulle ali, abbiamo concesso. Con il Watford abbiamo creato molto ma fatto pochi gol. Allo stesso tempo possiamo difendere al momento giusto e fare tanti gol. Dobbiamo avere più certezza e lavorare per questo. La Champions, in questo momento, è quello che ci interessa. Ci stiamo concentrando su questo”.

Dove migliorare

“In questa competizione bisogna essere migliori in area di rigore, per segnare di più. Dobbiamo migliorare, fare altri 6 punti per qualificarci e poi pensare agli scontri diretti. Quello di domani potrebbe essere un grosso passo in avanti”.

Il razzismo

“Mi auguro che la UEFA e la FIFA possano fare qualcosa per queste situazioni, ma è un problema di cultura, non solo negli stadi di calcio inglesi, spagnoli, italiani. Bisogna iniziare da bambini, non è solo fare una campagna, uno striscione, qualche gesto. Mi auguro piano piano possa che la situazione possa migliorare”.

L’eliminazione contro il Tottenham

“Sono stati bravissimi, ci hanno messo sotto pressione. Hanno fatto più passaggi del solito, controllando di più. Sono quattro stagioni che ci rafforziamo, non mi piace cambiare modo di gioco. C’è un certo sentore vedendo giocare la squadra, nella Champions alle volte siamo usciti per differenza gol, concedendo troppo in quell’occasione. In molte partite abbiamo vinto 4-0, 5-0, però anche gli altri possono creare molte opportunità. La differenza la fa la mentalità, se siamo convinti di essere forti, solidi. Quando si gioca bene si difende meno e non si concede molto, abbiamo un gioco fluido, è più semplice. Non è solo difendere bene”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui