Lutto nel ciclismo, è morto Gimondi: aveva 76 anni

MANIAGO, ITALY - MAY 31: (L-R) The Maglia Bianca, Maglia Azzurra, Maglia Rossa and Maglia Rosa 2014 Giro d'Italia jerseys are seen on display prior to the twentieth stage of the 2014 Giro d'Italia, a 167km high mountain stage between Maniago and Monte Zoncolan on May 31, 2014 in Maniago, Italy. (Photo by Bryn Lennon - Velo/Getty Images)
Tempo di lettura: < 1 minuto

GIMONDI LUTTO CICLISMO – È morto ieri pomeriggio Felice Gimondi. L’ex campione italiano di ciclismo ha avuto un malore mentre faceva il bagno nelle acque di Giardini Naxos. Gimondi, che avrebbe compiuto 77 anni il prossimo 26 settembre, si trovava nella zona di contrada Recanati quando si è sentito male. Inutili i tentativi di rianimarlo da parte di alcuni bagnanti e dei medici del 118.

Da Motta a Moser, le parole degli ex colleghi

È un colpo durissimo che mi lascia senza parole. Eravamo nemici sempre, ma c’era grande rispetto per l’uomo, per l’atleta e per il rivale”, le parole di Motta, al telefono con l’ANSA. “Era un corridore vero, un duro che non mollava mai, eravamo avversari ma ci siamo sempre rispettati. Per tanti anni siamo stati assieme nel consiglio Uci, spesso viaggiavamo assieme dall’Italia a Ginevra, ci raccontavamo di tutto”. È il ricordo all’Italpress, commosso, di Francesco Moser. “Stavolta perdo io”. Eddy Merckx ricorda il rivale-amico Felice Gimondi con parole di omaggio poetiche: “Perdo prima di tutto un amico e poi l’avversario di una vita”.