Tempo di lettura: 3 minuti

Presentazione decima giornata della Liga- Habemus data! Barcellona Real Madrid si giocherà mercoledì 18 Dicembre. Lo ha reso noto la Federcalcio spagnola, attraverso un comunicato in cui si dice che la decisione è arrivata «dopo aver analizzato in questi giorni le proposte di entrambi i club, che sono stati invitati a mettersi d’accordo su una data e che hanno accettato di indicare il diciotto dicembre come data per disputare la partita rinviata». Barcellona e Real per un week end quindi saranno sedute in poltrona, ma questo non vuol dire che la decima giornata di campionato non possa offrire altri spunti di spettacolarità.  

Atletico Madrid, che occasione!

Ci sarà per esempio l’occasione per l’Atletico Madrid di agganciare la squadra di Valverde, seppur momentaneamente, in testa al campionato. Per farlo però la banda di Simeone dovrà superare l’Athletic Bilbao, in una partita che storicamente parlando è sempre stata maschia, dispendiosa e piena di colpi di scena. Al Wanda Metropolitano l’Atleti dovrà metter in conto la fatica dell’impegno di Champions contro il Bayer Leverkusen. In settimana però è arrivata una buona notizia: Morata si è sbloccato tornando al gol che gli mancava da Agosto. Senza Joao Felix, in campo ci sarà la classica squadra “cholista” schierata con il 4-4-2. Dall’altra parte sarà bello vedere Raul Garcia riabbracciare il suo vecchio pubblico con cui il feeling non si è mai interrotto. Occhi puntati poi su Inaki Williams che ha realizzato quattro reti in nove partite contro i “colchoneros” e Iker Muniain che potrebbe toccare quota trecento presenze in Liga, tutte con la maglia dell’Athletic.

Si parte già stasera: Villarreal- Alaves

E’ una serata di valutazioni. Bisogna capire a che punto sia il Villarreal. Fin qui la squadra di Calleja ha perso tre partite su nove, ma tutte in trasferta. In casa all’estadio della Ceramica invece è ancora imbattuto. La classifica è corta e l’ambizione è quella di restare aggrappato al treno Europa League, ecco perché perdere oggi complicherebbe un pò di cose. Il Deportivo Alaves è avversario scomodo e infatti ha vinto le ultime cinque partite su sei contro il “Submarino Amarillo”. La squadra di Garitano però soffre lontano da casa e infatti non vince in trasferta da otto partite di campionato (considerando anche la scorsa stagione). Da tenere d’occhio Samuel Chukwueze, venti anni, ivoriano, che già chiamano “il nuovo Manè”. In effetti nella corsa, nella potenzialità e in alcune movenze ricorda il fuoriclasse del Liverpool, ma come sempre ricordiamoci che parliamo di un ragazzo molto giovane, quindi CALMA. Intanto però il Villarreal gli ha messo una clausola di cinquanta milioni.

Il miracolo Granada: se vince va in testa alla Liga!

Diciamoci la verità, nessuno avrebbe mai immaginato uno scenario del genere. Il piccolo Granada da sempre abituato a lottare con le unghie e con i denti per un posto in Liga, in questo momento è lassù, dietro Barcellona e Real. Onestamente neanche il più ottimista dei tifosi avrebbe potuto ipotizzare uno scenario simile. Erano partiti con una sconfitta con il Siviglia per uno a zero, dando sicuramente qualche segnale. Poi due vittorie consecutive e il clamoroso 2-0 con il Barca. E’ vero non c’era Messi e la squadra di Valverde ancora non si era messa in moto, ma è sempre il Barca!!! Contro il Real si è visto carattere ma è arrivata una sconfitta per quattro a due. Un buon portiere come Rui Silva, l’esperienza di Gonalons (ex Roma e Lione) in mezzo al campo, la qualità di Carlos Fernandez(ex Siviglia) come rifinitore e un centravanti di assoluto valore come Roberto Soldato sono alcuni dei segreti del piccolo grande Granada che se battesse anche il Betis, andrebbe da solo in testa al campionato. PAZZESCO.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui