Koke: “L’obiettivo è superare il gruppo. Vendetta? No, ma la sconfitta con la Juve fu inspiegabile”

ilsalottodelcalcio-koke-atletico-madrid-la-liga
Foto Getty
Tempo di lettura: < 1 minuto

KOKE ATLETICO JUVENTUS- La sfida tra Atletico Madrid e Juventus non è di certo un inedito. Le due squadre si sono affrontate la passata stagione negli ottavi di finale, e in quell’occasione un super Cristiano Ronaldo trascinò i bianconeri ai quarti. Nella doppia sfida gli spagnoli si fecero rimontare il vantaggio dell’andata con un netto 3-0 al ritorno che sancì l’eliminazione. Domani, a sei mesi di distanza dal quella serata, le due squadre si ritrovano una di fronte l’altra. Al quotidiano sportivo Marca, ha parlato il capitano dei Colchoneros Koke: “Ogni anni è diverso, giocheremo contro una delle migliori squadre al mondo, con grandi calciatori e sarà una bella partita. Ma quel che importa è provare a superare il gruppo, quello è il nostro obiettivo”.

La gara contro la Juventus

“Non c’è solo Cristiano Ronaldo, rispettiamo tutti i giocatori. Speriamo solo non sia nella sua giornata migliore e proveremo a difenderlo nel migliore dei modi perché non ci segni come ha fatto l’ultima volta. La squadra lo scorso anno ha fatto tutto per passare la sfida, a Torino come al Wanda. Abbiamo giocato nella stessa maniera. Qui abbiamo fatto una grande partita, a Torino le cose non sono andate come avremmo voluto e comunque di fronte a noi c’era una squadra come la Juventus, che ha giocatori di grande qualità e che in ogni azione possono vincere la partita, come è successo con Cristiano. Se devo dire la verità, è stata una sconfitta inspiegabile. Semplicemente le cose non ci riuscirono. Come in ogni altro lavoro non esiste un giorno uguale a un altro. Ci toccò il giorno sbagliato, a loro quello giusto e i gol arrivarono nel momenti adatti: a metà del primo tempo, a inizio secondo e poi nel finale”.