ilsalottodelcalcio-juventus-sarri-maurizio-brescia-juventus
Getty Images
Tempo di lettura: 2 minuti

SARRI JUVENTUS UDINESE COPPA ITALIA INTERVISTA – La Juventus supera l’Udinese per 4-0 e passa ai quarti di finale di Coppa Italia. Queste le parole del tecnico bianconero, Maurizio Sarri, al termine del match intervistato da Rai Sport.

Sarri dopo Juventus Udinese, Coppa Italia

“Le gare a eliminazione diretta sono sempre un’incognita, la squadra è stata brillante fisicamente e mentalmente. Il risultato in uno scontro diretto è incerto, ma abbiamo fatto una buona partita. Sono contento, c’è un grande potenziale e spesso ho la sensazione che questa squadra può fare ancora di più. C’è la crescita ogni settimana e questo ci lascia ben sperare. Pjaca? Mi è sembrato giusto dargli un premio dopo tutta la sfortuna che ha avuto”.

Il sarrismo

“Questa Juventus non può e non deve essere di Sarri. Questa è la Juventus di Cristiano Ronaldo, di Dybala e di tutti i grandi giocatori presenti in rosa. Io cerco solo di esaltare le caratteristiche di questi fuoriclasse. La giocata dell’1-0 tra Dybala e Higuain? Il gol è stato davvero bello, condito da tanti scambi in velocità. Vale da solo il prezzo del biglietto”.

Bernardeschi mezzala

“La sensazione è che da centrocampista può fare bene, chiaramente si sta lavorando da poco tempo e ha giocato la prima volta in questo ruolo. Il ragazzo ha qualità tecniche e fisiche per fare bene, dobbiamo continuare a lavorarci ma l’inizio e il suo entusiasmo sono promettenti”.

Su Cristiano Ronaldo

“Non si sentiva bene già questa mattina, poi sembrava stare meglio ma nel pomeriggio ha iniziato ad avere i brividi. I dottori hanno consigliato di farlo riposare. A me piacerebbe aiutare Cristiano Ronaldo a fargli vincere il sesto pallone d’oro, perché mi dà fastidio pensare che esiste un giocatore che ne ha vinti più di lui”.

La differenza con il calcio inglese

“È enorme, lì ci sono stadi pieni di bambini e non ho mai sentito cori contro gli avversari. Si vive un clima importante, la formula della Coppa è anche più bella. Noi siamo indietro sia a livello di mentalità che di strutture. Non a caso il campionato inglese è quello che incassa di più”.

Il rendimento dei singoli

Dybala è un fuoriclasse, ora è in fiducia dopo aver vissuto un momento di difficoltà. Douglas Costa ha margini di crescita, può incidere ancor di più”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui