Juventus, Pirlo: “Cristiano Ronaldo non è convocato. L’obiettivo è arrivare più in alto possibile”

ilsalottodelcalcio-juventus-pirlo-andrea-conferenza-atalanta
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

PIRLO ATALANTA JUVENTUS CONFERENZA – Queste le parole di Andrea Pirlo, allenatore della Juventus, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match di Serie A contro l’Atalanta.

Juventus, la conferenza di Andrea Pirlo alla vigilia del match contro l’Atalanta

“Abbiamo lavorato bene durante la settimana sapendo che l’Atalanta ha delle caratteristiche particolari. Gioca un calcio magari diverso rispetto alle altre squadre e abbiamo attuato delle contromosse. Abbiamo lavorato con intensità in settimana, sono fiducioso. Abbiamo tutti in testa un unico obiettivo che è quello di arrivare più in alto possibile. Ci siamo stretti verso il nuovo obiettivo che non è quello idoneo alla Juventus, ma purtroppo i pinti sono un po’ distanzie l’obiettivo deve essere quello di chiudere alla grande il campionato”.

Sull’infortunio di Cristiano Ronaldo

“Una grossa defezione c’è, Cristiano Ronaldo non sarà della partita. Non ha recuperato da un problema al flessione, con lui e col dottore abbiamo deciso di non convocarlo. Non si sentiva in grado di poter spingere, abbiamo preferito lasciarlo a riposo. Sono state fatte delle valutazioni, lui è sempre stato in buone condizioni. Poi le gare in nazionale si sono accumulate e anche lui mi ha detto che non avrebbe dovuto giocare la terza partita, poi però col gol annullato e i punti persi ha dovuto farlo. È normale che possa arrivare così stanco. Sono state giocate troppe partite con rose troppo corte e così si arriva a questi infortuni. E l’abbiamo visto anche in Champions con Lewandowski che si è fatto male e non ha potuto giocare”.

Sull’Atalanta

“Più che come singoli l’Atalanta ha fatto un percorso di squadra che li ha aiutati ad arrivare a determinati traguardi e a lottare ogni anno per i primi quattro posti. Gosens è uno dei singoli e sta facendo molto bene. Ha raggiunto anche la nazionale tedesca, ha molto valore. Quali giocatori toglierei all’Atalanta? Ce ne sono tanti, dalla forza fisica di Zapata all’estro di Ilicic fino a Pessina che sta facendo molto bene. Ma è inutile parlare dei singoli”.

Sul ritorno del pubblico negli stadi

“Questa è una grande notizia, ma non solo per il calcio perché vuol dire che tutto si sta normalizzando. Se gli stadi saranno pieni è opportunità anche perché vuol dire che la gente sta meglio”.