BIANCONERINEWS-JUVENTUS-PJANIC.
Getty Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS PJANIC – Miralem Pjanic con Maurizio Sarri sembra aver fatto il definitivo salto di qualità. Prima del problema muscolare che lo ha fermato contro il Genoa, era diventato il perso imprescindibile del centrocampo della Juventus. Questa mattina su Tuttosport si legge a una sua lunga intervista. Queste le parole.

Sugli alibi e gli arbitraggi

Quella di incolpare qualcuno è la strada più facile. Poi capita che gli arbitri sbaglino, come sbagliamo noi. Oggi però il Var aiuta molto gli arbitri e anche la gente: in teoria dovrebbe eliminare le polemiche, ma io ormai non le ascolto neanche più. Alla fine le squadre forti vincono senza cercare alibi. Poi gli errori capitano a tutti, a favore o a sfavore”.

Sul duello con l’Inter

“E’ bello, perché ti fa stare concentrato e non rilassarti. Ma non ci importa più di tanto di loro, noi dobbiamo fare la nostra strada. Se poi restiamo a questa distanza ce la giocheremo qua, senza paura. Abbiamo dimostrato che questa squadra è fatta per vincere e che vogliamo tenere lo scudetto qua”.

Sulla Champions League

Sento la squadra pronta, abbiamo giocatori forti, non abbiamo paura. Dobbiamo arrivare a febbraio-marzo con tutta la rosa a disposizione, senza infortunati, e ce la giochiamo con tutti senza problemi, ci credo fortemente. La squadra è fatta per essere tra le migliori”.

Su Sarri

Ci divertiamo tanto, perché abbiamo spesso la palla e siamo spesso nella metà campo avversaria, facendo correre gli altri: è più piacevole che correre dietro a loro. Quello che mi piace nella sua visione è il gioco a uno-due tocchi, il far correre la palla più di noi, perché la palla viaggia sempre più veloce. A me piace giocare così, con meno tocchi possibile”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui