Foto Getty
Tempo di lettura: 2 minuti

CHIELLINI JUVENTUS PALLONE D’ORO CRISTIANO RONALDO REAL MADRID – Parole pesantissime, quelle pronunciate dal difensore della Juventus, Giorgio Chiellini. L’argomento principale è la mancata assegnazione del Pallone d’Oro a Cristiano Ronaldo. Queste le parole del calciatore bianconero, a margine del Gran Galà del Calcio AIC, intervistato da Sky Sport.

Chiellini, il Real Madrid non ha fatto vincere il Pallone d’Oro a Cristiano Ronaldo

“Il furto del Pallone d’Oro è stato l’anno scorso. Non doveva vincerlo Modric, al massimo Pogba o Griezmann. Lo hanno dato a lui solo perché il Real non voleva che andasse a Cristiano Ronaldo. Quest’anno doveva vincere uno del Liverpool, scegliere tra Messi e Ronaldo è come scegliere tra Federer e Nadal”.

Chiellini e l’Inter di Antonio Conte

“L’Inter non mi sorprende, conosco Conte e i suoi giocatori, me l’aspettavo così e sarà così per tanto tempo ancora. L’Inter sta facendo qualcosa di straordinario, sapevamo che sarebbe stata lunga e lunga sarà. Dobbiamo crescere ma l’avevo detto già dopo la prima partita che la nuova Juve si sarebbe vista da gennaio. Siamo partiti molto bene, con un mese e mezzo culminato con la gara di Milano con l’Inter che è stata la migliore della stagione. Poi abbiamo sofferto un calo fisiologico ma era da mettere in preventivo. I risultati però non sono mancati, seppur non convincendo neanche noi stessi, ma è importante farli anche non giocando bene. Siamo consapevoli che bisogna lavorare tanto per diventare una squadra automatizzata come lo sono quelle di Sarri“.

Chiellini su De Ligt

“Ci parlo quotidianamente, è intelligente, ha voglia di apprendere e apprende velocemente. È un ’99 ed è stato catapultato in un modo di giocare diverso. Fra gennaio e febbraio dovremo fare un upgrade. Dovremo cercare di fare un po’ più di bel gioco, abbiamo bisogno di una scintilla che ci trascini. Negli anni passati godevamo a difendere, a vincere 1-0, ora dobbiamo abituarci a osare, a rischiare, come con l’Inter, non possiamo rimanere nel limbo”.

Il difensore bianconero sulla Champions League

“Ci possono essere squadre più forti di noi, poi parla il campo. Ci sono 5-6 squadre, compresi noi, che ogni anno puntano alla vittoria”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui