Italia, Mancini: “Bernardeschi è una certezza: ho due-tre dubbi ancora da sciogliere”

ilsalottodelcalcio-italia-mancini-roberto-ct-nazionale-italiana-intervista
LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

ITALIA SAN MARINO MANCINI CONFERENZA STAMPA – Queste le parole di Roberto Mancini, CT dell’Italia, in conferenza stampa dopo il vittorioso match amichevole contro San Marino, finito 7-0 per gli azzurri.

La conferenza stampa di Mancini dopo Italia-San Marino 7-0

“Ci sono un paio di ballottaggi, risultato di oggi scontato ma la voglia di fare bene ci ha confermato alcune cose e ci aveva portato ad avere dei dubbi. Fino a lunedi ci portiamo dietro i dubbi, a centrocampo abbiamo il problema di Sensi e Verratti. Pessina è un giocatore bravo, duttile e tecnico è molto importante. Pessina è giovane ma sta facendo bene anche con l’Atalanta è sempre il migliore in campo e può sicuramente migliorare. Ho dubbi su 2 o 3 giocatori. Bernardeschi ha fatto bene in nazionale ha sempre fatto bene, ci ha dato mano a qualificarci. Per l’Europeo è una certezza, sì”.

Su Raspadori

“Speriamo che Raspadori possa recuperare bene, oggi non avrebbe potuto scendere in campo e avevo promesso all’Under21 che sarebbe tornato con loro. Vediamo come starà e poi decidiamo, è ancora in corsa per l’Europeo”.

Su Barella e i portieri

Barella è una certezza, giocatore affermato. Cragno è un grande portiere e siamo fortunati ad averne tanti, questo però ci dovrà far lasciare a casa un portiere forte. Il ballottaggio è tra Cragno e Meret, abbiamo tre giorni è tutto può succedere”.