Italia, Mancini: “Balotelli fuori per colpa sua: non gioca ai suoi livelli”

Tempo di lettura: 2 minuti

ITALIA CT MANCINI CONFERENZA – L’obiettivo è l’Europeo del 2020. Sono due gli impegni in cui la Nazionale italiana sarà impegnata questa settimana: prima il match contro la Bosnia Erzegovina, poi quello contro la Grecia. Dal ritiro di Coverciano, parla il Commissario Tecnico Roberto Mancini nella consueta conferenza stampa della vigilia.

PROSSIMI MATCH EUROPEI– “La Grecia è forte tecnicamente e anche la Bosnia non sarà facile. Questo è un momento importante, abbiamo due compiti: vincere quasi sempre per alzare la nostra posizione nel ranking, e vincere sempre per essere qualificati all’Europeo. Tutte le partite saranno così, queste sono partite contro le due squadre che al momento potrebbero portarci difficoltà nella qualificazione. Ho preferito lasciare sei giorni di riposo piuttosto di fargli fare due allenamenti in più”.

BELOTTI – “Ha fatto un girone di ritorno buono, meglio dell’andata e si è meritato la convocazione. Come altri che non sono qui ma hanno la porta aperta per l’Europeo”

BALOTELLI – “Non entro nel merito delle due dichiarazioni (rilasciate a Canal Plus, ndr), ci ho parlato e gli ho spiegato. Le sue frasi sicuramente non erano rivolte a me. Viste le qualità che ha, dipenderà da lui. Lui sa che non deve farsi espellere e puntualmente si fa espellere. Ha preso 4 giornate di squalifica: sa benissimo che è colpa sua. Non gioca al 100%, si accontenta di giocare a un livello più basso e sa che non va bene”.

CONTE ALLENATORE INTER – “Potrebbe esserci anche all’estero un astio come quello di Inter e Juventus. e tutto quello che sta accadendo. La professione ti può portare ovunque, al di là del tifo. Se ha deciso questo, ci avrà pensato bene. Non c’è un bel clima: è sport e i tifosi vanno allo stadio per divertirsi. Dovrebbe essere così, ma probabilmente non lo è”.

FINALE CHAMPIONS – “Sono squadre che non pensano molto alla tattica, più all’attacco, anche se sono in vantaggio. Sono le squadre inglesi. Non fanno calcoli. Gli inglesi hanno portato quattro squadre nelle finali europee, qualcosa in più degli altri hanno”.

CAMPIONATO POSITIVO E NEGATIVO – “Il campionato, di positivo, ha dato un maggior minutaggio ai calciatori giovani. Un anno fa sembrava difficile trovarne quindici, ora alcuni sono in Under 21 e non potevamo prenderne altri oltre a quelli che abbiamo. Siamo riusciti a trovare una quarantina di giocatori adatti per la Nazionale. Quindici, venti di loro sono giovani e da loro si può ripartire. In negativo, non essere andati alle finali delle Coppe europee”.

CALCIO INGLESE – “Anche le piccole non demordono, fino all’ultimo ci credono. Per questo la gente si diverte. La loro mentalità è questa, lo abbiamo visto nella gara del Liverpool contro il Barcellona”.

MANCINI ALLA JUVENTUS – “Non c’è mai stata l’opportunità dopo l’Inter”.

ORIALI E VIALLI – “Il presidente Gravina ha parlato con Vialli già tempo fa, a prescindere da Oriali, che spero rimanga”.

SARRI ALLA JUVENTUS – “Non mi preoccupa (ride, ndr)”.

Arianna Botticelli
Giornalista sportiva, appassionata di storia.

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

SEGUICI SU

2,098FansMi piace
571FollowerSegui
345FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE