Maran: “Sarà un viaggio bellissimo. Il mercato? Carli e Giulini hanno fatto dei colpacci”

ilsalottodelcalcio-rolando-maran-cagliari-seriea
Foto Getty
Tempo di lettura: 2 minuti

INTERVISTA MARAN – La nuova stagione della serie A è pronta ad aprire il sipario. Il 24 agosto si parte e oltre alle solite big, c’è anche una squadra d monitorare con attenzione e curiosità. Il Cagliari di Rolando Maran ha fin qui messo a segno colpi importanti nella finestra di calciomercato estivo e questo accende le fantasie dei tifosi rossoblu. In una lunga intervista concessa a La Gazzetta dello Sport, Maran ha parlato della stagione che sta per iniziare: “Il focus è la salvezza, ma siamo il Cagliari. Un popolo unico e una storia unica. Stiamo assieme, sarà un viaggio bellissimo”.

Gli arrivi di Rog, Nainggolan, e Nandez

“Il direttore sportivo Carli e il presidente Giulini hanno fatto un colpaccio. Sono quelli che cercavamo. Marko, Radja e Nahitan si sono messi a disposizione e hanno voluto il Cagliari. Con questo approccio soffriremo meno. Rog è qui per ribaltare l’azione e dare spinta. Sarà uno dei nostri motori. Nandez mi ha colpito per la tenacia e la positività. Di Nainggolan sapevo cosa può dare ma vederlo in allenamento lascia basiti: una belva con il calcio in testa. Può fare tutto molto bene”.

La cessione di Barella all’Inter

“Nicolò ha conquistato sul campo quel che merita. Crescerà ancora e competerà ad alti livelli. Lo tiferemo in Nazionale. All’Inter sarà decisivo, meglio se dopo che giocano con noi”.

La corsa scudetto

“Il divario è stato ridotto, e penso all’Inter, ma non per un passo indietro della Juve. Comunque, con il Napoli, sono queste le squadre che sarà difficile buttare giù dal podio”.

La prima di campionato contro il Brescia e la fascia da capitano

“Con il Brescia sono ex anch’io. Sono gare speciali, ci arriveremo pronti. Pensando a combattere e far divertire i tifosi. Ma sia chiaro: c’è tanto da fare e per i nuovi serve tempo. Il capitano è Ceppiteli, i vice sono Radja e Joao Pedro”