Lazaro: “Si può vincere il campionato già da quest’anno. Conte? Prima dell’infortunio…”

ilsalottodelcalcio-valentino-lazaro-inter-bundesliga-calciomercato-hertha-berlino
Foto Getty
Tempo di lettura: 2 minuti

INTER VALENTINO LAZARO – Uno dei volti nuovi dell’Inter in questa stagione è Valentino Lazaro. L’esterno austriaco non ha ancora collezionato minuti ufficiali con la maglia nerazzurra, ma nonostante questo si sente parte del progetto: “Non vedo l’ora di giocare i miei primi minuti con l’Inter. Seguo da un po’ di tempo la Serie A, si vede come grandi giocatori siano arrivati in Italia e come il campionato stia crescendo. I tifosi sono pazzi per il calcio, è incredibile. Una cosa che io non ho mai visto. Non vedo l’ora di vivere i big match a San Siro”. Intervenuto ai microfoni de ‘LaOla TV’ al termine della gara vinta con la sua Nazionale, Lazaro parla anche degli obiettivi stagionali: “Vincere il campionato già quest’anno”.

“Vincere il campionato in questa stagione”

“La gente parla spesso di vincerlo in due o tre anni, ma l’obiettivo chiaro per noi è ottenere lo scudetto già quest’anno. Le ambizioni del club sono, ovviamente, molto, molto elevate; secondo me l’Inter rimane un club di livello mondiale, e adesso, per via dei cambiamenti di questa estate, con un nuovo allenatore, nuovi giocatori e una nuova filosofia, gli obiettivi sono ancora più elevati”.

Il girone di Champions League

“Nei prossimi anni, l’obiettivo è riuscire a portare ancora una volta la Champions League a Milano, con l’allenatore, il Presidente e l’intera squadra. Ma mi piace pensare che anche quest’anno possiamo puntare a fare cose importanti. Barcellona e Borussia Dortmund non sono poi avversarie così brutte”.

Lazaro sul derby e Conte

“Milan? Sarebbe molto speciale giocare in quella serata,spero di poter debuttare prima e magari giocare dall’inizio entro le due partite successive. Conte? Fin dall’inizio della preparazione con lui, mi ero allenato sempre nelle formazioni di partenza, quindi ero sempre lì fino a quando non mi sono infortunato; è stato un peccato essere rimasto fuori per tre settimane. Ma l’allenatore mi ha detto di non preoccuparmi, che mi sarei rimesso subito in forma e mi sarei inserito gradualmente. E spera che possa fare molto bene”.