nerazzurrisiamonoi-conte-antonio-inter-pro-patria...
Getty Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

CONTE 100 GIORNI INTER – Sembra sia all’Inter da una vita. Questo è l’impatto che Antonio Conte ha avuto su tutto l’ambiente nerazzurro. La cura Conte ha “appena” 100 giorni di vita. L’allenatore salentino, col pieno appoggio della dirigenza, è riuscito immediatamente a far breccia nella mentalità del club, avviando un percorso che nelle sue intenzioni ed ambizioni regalerà soddisfazioni e vittorie al popolo nerazzurro. La Gazzetta dello Sport oggi in edicola analizza come Marotta sia arrivato a scegliere Conte. E come abbia convinto la famiglia Zhang ad ingaggiarlo.

I cento giorni di Antonio Conte all’Inter

Beppe Marotta, chiamato nel dicembre scorso alla corte nerazzurra dopo il polemico divorzio dalla Juventus, aveva bisogno di un uomo fidato per avviare il processo di trasformazione definitiva del club da semplice spettatore dei successi altrui a squadra vincente. La scelta è caduta su Antonio Conte, col quale l’AD aveva costruito tanti successi in quel di Torino. Non è stato in realtà così automatico prima pensare e poi convincere la proprietà asiatica ad ingaggiare un allenatore che chiedeva 11 milioni l’anno. Considerando che l’Inter aveva ancora alle proprie dipendenze Luciano Spalletti, a libro paga per un totale di 9 milioni per i successivi due anni. La squadra poi stava effettivamente crescendo, avendo conquistato nell’estate precedente un posto in Champions. Ma Marotta aveva bisogno di un atto rivoluzionario. Aveva bisogno di qualcuno che facesse fare un ulteriore step. Con la mentalità vincente, con la cura dei dettagli, col sacrificio di tutti verso un unico obiettivo: vincere. I fatti gli stanno dando ragione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui