ilsalottodelcalcio-conferenza-stampa-antonio-conte-inter
Foto Getty
Tempo di lettura: 2 minuti

INTER PARMA CONTE – Dopo la straordinaria vittoria in Champions League contro il Borussia Dortmund, per l’Inter riprende il campionato. Contro il Parma i nerazzurri puntano alla vittoria per tenere la scia della Juventus. Antonio Conte ha così presentato la gara:

Conte sul lavoro della squadra

“Dopo una settimana la tua idea comincia per forza a vedersi. Più o meno riesci a capire certi movimenti, certe situazioni di gioco, fin dall’inizio. Credo che l’Inter stia mostrando un certo tipo di idea. Il rammarico è il troppo poco tempo a disposizione per lavorare sui dettagli, ma sono contento perché ho un gruppo di ragazzi bravo a percepire le mie richieste”

Conte sul reparto avanzato

“Siamo partiti con una idea precisa, conoscendo le caratteristiche dei calciatori. Sapevamo di avere tre attaccanti diversi, Politano ha fatto in passato anche la seconda punta. C’è anche Esposito che poteva inserirsi come quinta punta. La perdita di Sanchez è notevole e perciò abbiamo sdoganato Sebastiano che ha fatto molto bene. Vedremo l’evoluzione dell’infortunio di Alexis, speriamo torni in fretta. Le considerazioni di mercato vanno fatte con la società, ne parleremo se necessario nei prossimi mesi”.

Conte sugli infortuni

“Vedrò i medici e faremo le attente valutazioni. Dovremo fare di necessità virtù, come fatto contro il Borussia. Non sarà semplice giocare ogni tre giorni, stiamo lavorando per recuperare energie fisiche e nervose. Siamo pronti a dare battaglia anche contro il Parma che, ripeto, è un avversario difficile. Mi auguro pure che San Siro possa trascinarci come fatto in Champions”.

Conte sul Parma

“Domani servirà grande attenzione. Il Parma è in salute, non dovremo lasciargli campo perché hanno giocatori letali come Gervinho che dal nulla può creare situazioni velenose. Sarà un piacere affrontarli, vorranno batterci, ma anche noi vogliamo fare lo stesso”.

Conte su Sensi e Brozovic

“Stefano può giocare davanti alla difesa, quando posso però lo preferisco più avanzato perché è molto intelligente. Sa fare anche gol. Abbiamo anche Borja Valero che può fare il regista. Marcelo sta facendo bene, sa che sono molto esigente e dove migliorare per diventare un top player a tutti gli effetti. Può crescere nell’ultimo passaggio su squadra schierata e sulla fase difensiva. E’ stata una scoperta positiva per me”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui