Inter, Conte: “Il primo posto era un obiettivo. Lazio ottima squadra, complimenti ad Inzaghi”

ilsalottodelcalcio-inter-antonio-conte-allenatore-intervista-serie-a-lazio
LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

CONTE INTER LAZIO INTERVISTA – Queste le parole dell’allenatore dell’Inter, Antonio Conte, al termine del match vinto 3-1 contro la Lazio allo Stadio di San Siro.

Le parole di Conte dopo Inter Lazio 3-1

“Il primo posto era un obiettivo che stavamo inseguendo. Ci siamo riusciti oggi contro un’ottima squadra. Mi complimento con Inzaghi perché la Lazio è una squadra tosta. Veniva da sei partite vinte di fila e questo dimostra la loro forza. Sono contento per i miei ragazzi. Questa vittoria deve essere un punto di partenza per noi. Arriveremo al Derby con sicurezza”.

Su Lukaku ed Eriksen

Lukaku ha dato una grandissima risposta stasera. Tutta la squadra ha giocato benissimo. Romelu ha reagito alle critiche delle scorse settimane con questa prestazione. Momenti di down ci stanno, ma oggi è tornato con prepotenza. Siamo stati cattivi e vogliosi contro una grande Lazio. Eriksen sta iniziando a capire i meccanismi. Ha giocato due partite di fila e anche stasera ha disputato una buona gara. In passato ha avuto problemi di ambientamento. Noi giochiamo un calcio molto tattico e lui non era abituato a questo ritmo. Sta entrando le dinamiche della Serie A e sta facendo passi in avanti verso di noi. Oggi è stato bravo anche in fase difensiva. Abbiamo bisogno di tutti per vincere. Vogliamo rendere orgogliosi i tifosi”.

Sulla crescita di Perisic

“Come per Eriksen anche per Perisic il tempo è stato galantuomo. Abbiamo lavorato molto anche con lui e adesso è diventato molto più versatile. Nasce come calciatore offensivo, ma ora è in grado di fare la fase difensiva in modo determinante. Ha delle potenzialità che nemmeno lui conosce pienamente. Quando c’è del materiale qualitativo e umano, un allenatore può raccogliere molti frutti lavorando”.