Inghilterra, Southgate: “Italia squadra piena di qualità, vincerà chi giocherà meglio”

ilsalottodelcalcio-euro-2020-inghilterra-southgate-gareth-ct-finale-italia
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

SOUTHGATE ITALIA INGHILTERRA CONFERENZA – Queste le parole di Gareth Southgate, CT dell’Inghilterra, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della finale di Euro 2020 contro l’Italia.

Euro 2020, la conferenza di Southgate in vista della finale Italia Inghilterra

“L’Italia è una squadra che ha forse i migliori record a livello europeo. Sono un gruppo pieno di qualità e hanno un grande allenatore: dovremo stare attenti. Li ho seguiti parecchio negli ultimi due anni. So bene il lavoro che sta facendo Roberto Mancini e conosco anche la loro delusione per non essersi qualificati ai mondiali del 2018. L’Italia è un paese pieno di storia nel calcio: la loro nazionale ha fatto dodici semifinali e dieci finali di grandi eventi. Noi abbiamo ancora tanta strada da fare per essere considerati una nazionale come la loro. Hanno organizzazione molto chiara e tatticamente sono preparatissimi. Sono convinto che in finale sono arrivate le squadre migliori: vincerà chi giocherà meglio. Mi auguro un grande rispetto e che l’inno dell’Italia non venga fischiato, ma applaudito”.

Sul gioco che proporrà contro l’Italia

“Quando alleni una squadra guardi tutto e devi decidere le informazioni più importanti per i tuoi e sugli altri. Devi adattarti ai tuoi punti di forza e puntare sulle loro debolezze. L‘Italia ha un tecnico d’esperienza, giocatori di qualità e un record pazzesco. Lo sappiamo ma i nostri ragazzi hanno già giocato contro KroosModric e non solo e lo abbiamo fatto nel modo giusto. Abbiamo il nostro gioco, i nostri punti di forza: è il bello del calcio, ogni Nazionale ha i suoi punti di forza. Ogni allenatore ha un grande staff alle spalle e io senza il mio non avrei fatto questo. Senza di loro, senza il loro supporto, senza le loro informazioni, non sarei qui. E ovviamente ho ottimi giocatori, in campo vanno loro, e sono motivati e un gruppo unico. Bello ricevere una lettera dalla Regina e dal Primo Ministro, è una riconoscenza per noi”.