Parvin - Scuola Motociclismo Como SMC
Tempo di lettura: 2 minuti

I MOTO-SIMULATORI SONO REALTA’ – Se solo lo scorso autunno avessi saputo che saremmo stati costretti ad una quarantena forzata, mi sarei attrezzata per procurarmi un simulatore moto da installare in salotto! Eh sì, avete proprio letto bene: da diverso tempo sono nate case produttrici di simulatori motociclistici, non solo per piloti, ma anche per motociclisti provetti che non sanno come trascorrere le giornate fredde e piovose!

I moto-simulatori sono realtà non solo per i piloti

Basta curiosare in internet per capire che in commercio sono disponibili simulatori adatti a tutte le tasche. Le loro caratteristiche sono molto realistiche e riescono a riprodurre (o quasi) tutte le sensazioni della guida sportiva su due ruote. L’obiettivo finale è lo stesso per tutti: allenarsi e divertirsi sulla propria moto anche quando non è possibile portare le ruote dove vorremmo. Inoltre, è sicuramente utile tenere in esercizio quei muscoli che solo a cavalcioni di una supersportiva è possibile allenare.

I moto-simulatori sono realtà per tutti i motociclisti

Un simulatore moto permette anche di imparare nuovi circuiti, di capire i meccanismi della frenata e del cambio direzione in totale sicurezza. Questo può ovviamente essere esteso ad un ambito didattico. Infatti, sempre più scuole motociclistiche di guida sportiva si sono dotate di “moto su pedana”. Così facendo è molto più semplice apprendere o migliorare la corretta posizione di guida con maggiore efficacia. Grazie allo sviluppo tecnologico, questi simulatori riescono a riprodurre fedelmente le sensazioni della guida veloce, in modo molto efficace.

Moto-simulatore della Scuola Motociclismo Como

Diverse sono le soluzioni, ahche a livello tecnico

Esistono diverse soluzioni strutturali. Ci sono pedane con interasse regolabile, alle quali è possibile agganciare qualsiasi tipo di moto. Alcune di queste pedane sono addirittura ripiegabili e trasportabili. Altri simulatori, invece, sono sviluppati a partire da un telaio predefinito, rivestito di carene, sella, manubri e pedane ed agganciato ad una base dinamica. L’elettronica permette di riprodurre in maniera più o meno sofisticata la sterzata del manubrio, il movimento dell’acceleratore, i freni ed il cambio. Permette inoltre di rilevare il peso del pilota a livello laterale e longitudinale. Tutto ciò rende possibile agire su un sistema di movimento meccanico con inclinazione laterale, frontale e posteriore. I modelli più avanzati utilizzano anche attuatori lineari elettrici per inclinazioni ritorno e vibrazioni. Il tutto per ottenere pieghe virtuali che possono fisicamente raggiungere i 50°!

Scuola Motociclismo Como

Non solo movimento, ma anche visualizzazioni e audio

È possibile proiettare il tracciato su una parete, un televisore attraverso un pc ad altre prestazioni o l’utilizzo di una moderna console di videogiochi. Altre soluzioni impiegano visualizzatori della realtà virtuale da attaccare dietro la testa. Ovviamente il tutto è completato da un sistema audio che realistico che può essere collegato all’impianto di casa. I software disponibili possono dare o meno indicazioni sul tracciato, a seconda del livello di abilità del pilota. Anche dal punto di vista dell’accessibilità le soluzioni sono differenti. Non solo perché è sufficiente recarsi nella scuola motociclistica più vicino a casa. Sono bensì disponibili servizi di noleggio a breve e lungo termine. Cari motocilisti divanati, forza! Il prossimo inverno non perdiamo altro tempo e sfruttiamo questa tecnologia di allenamento e divertimento!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui