Inter, Handanovic: “Sarà un campionato più equilibrato rispetto al passato”

ilsalottodelcalcio-inter-handanovic-samir-intervista-lecce
Getty Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

HANDANOVIC INTER LECCE – Manca poco alla prima gara ufficiale dell’Inter. L’esordio dei nerazzurri in Serie A contro il Lecce, infatti, è prevista alle 20:45 allo Stadio Meazza di Milano. Intervistato dal sito ufficiale del club, prendere la parola il capitano, Samir Handanovic, che racconta le emozioni delle passate stagioni ed è fiducioso per quella che sta per partire.

Handanovic sulle parate con l’Empoli

”Non sono uno che vive di ricordi, ma certe partite, certe parate, ti rimangono dentro. Fondamentale per l’accesso alla Champions League, San Siro ci ha spinto e si è creata un’atmosfera speciale. Una partita simile a livello di emozioni è stato il derby di ritorno contro il Milan, quella vittoria ci ha dato tanto per proseguire il campionato nel modo giusto”. 

Il portiere nerazzurro sulla nuova stagione dell’Inter, a partire dalla gara con il Lecce

”Parto con grande entusiasmo, non vedo l’ora che inizi il campionato. Me lo immagino più equilibrato rispetto agli anni passati e sono contento di come abbiamo lavorato in queste settimane di preparazione”.

Handanovic, prima di Inter Lecce: sul ruolo del portiere

“Chi sta in porta già di natura deve essere coraggioso, l’allenamento è essenziale. Poi ci sono momenti e letture di gioco nei quali, a volte, devi anche rischiare qualcosa. In certi momenti sei da solo, dietro di te non c’è nessuno che può correggere la situazione, è un ruolo di grande responsabilità e si deve vivere con tanta passione”.

Cosa invidia agli altri ruoli il capitano dell’Inter

Cosa invidio agli altri ruoli? L’esultanza dopo un gol. La vittoria è tutto, ti riempie di gioia e ti carica. Lo stadio lo sento sempre, dal riscaldamento alla partita, San Siro ti spinge e tu lo percepisci, si alza il volume. Per un giocatore sentire in maniera così forte i tifosi è una cosa bellissima”.