Galliani: “Siamo stati costretti a cedere il Milan. Non abbiamo venduto ad Elliott, ma a Yonghong Li”

ilsalottodelcalcio-milan-galliani-adriano-gianluca
Getty Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

GALLIANI MILAN BERLUSCONI VENDITA LI ELLIOTT – Del momento negativo di inizio stagione vissuto dal Milan, parla anche Adriano Galliani. Intervistato da Rai Radio Uno, ha voluto spiegare ancora una volta come è andata la cessione del club.

Galliani e l’amore per il Milan

“L’amore resta intatto, mio e del presidente. Lo abbiamo ceduto a malincuore, siamo stati costretti a farlo. Le scelte sono difficili, speriamo che questi manager riportino il club ai fasti di anni fa. Rispetto tutto, ma nessuno ha mai fatto notare che abbiamo venduto il Milan a Yonghong Li, un signore cinese. Lui si è fatto prestare soldi da Elliott e il fondo ha riscosso il pegno. Noi non abbiamo venduto a Elliott“.

Monza, l’amichevole con il Milan: la battuta dell’ex dirigente rossonero

“Ma non scherziamo. Il Monza è in C, il Milan è un grande Milan. Tutti i lunedì, con il presidente, parliamo di Monza e di Milan”. 

San Siro e il nuovo stadio: il pensiero di Galliani

“Il secondo anello copre parte della visibilità dal primo, non può essere ristrutturato. Un San Siro a 50 metri dall’attuale è corretto, non capisco queste lacrime”.

Il nuovo tecnico del Milan, Stefano Pioli

“Mi auguro sia la persona giusta. Lo stimo, così come stimavo Giampaolo“.