Realtà Virtuale | Lewis Hamilton, pilota di Formula 1 della McLaren | Ilsalottodelcalcio.it
Getty Images
Tempo di lettura: 4 minuti

Biglietti 3D all’Autodromo di Monza

Un’emozione che dura da più di novant’anni. Velocità e passione caratterizzano il Formula 1 Gran Premio d’Italia che si correrà dal 4 al 6 settembre 2020 all’Autodromo Nazionale Monza. La gara italiana del Campionato di Formula 1 è alla sua novantunesima edizione nello storico tracciato. Dal 1922 le monoposto, ad eccezione di qualche anno, hanno sempre sfrecciato nel Tempio della Velocità per la felicità del numeroso pubblico che da tutto il mondo si dà appuntamento in una delle tappe più seguite del Campionato. Monza è la gara in cui i piloti raggiungono le velocità più elevate di tutto il Mondiale: un weekend imperdibile per tutti gli appassionati di Formula 1. Ora, grazie alla realtà virtuale, è possibile acquistare un biglietto ed entrare nell’Autodromo direttamente da casa. L’esperienza, infatti, è totalmente personalizzata: in base al posto scelto, si ha una visuale in virtuale 3d delle pista.

Formula 1, la realtà virtuale entra nel mondo delle corse

GP BAHRAIN VIRTUALE FORMULA 1 – L’emergenza Coronavirus ha rimandato l’inizio del Mondiale di Formula 1 a data da destinarsi. La realtà virtuale ha la soluzione. L’annuncio ufficiale è arrivato il 12 marzo scorso quando, a poche ore dall’inizio del GP di Melbourne, FIA e Formula 1 hanno optato per la cancellazione del Gran Premio di Australia. La decisione è arrivata dopo la positività al Covid-19 di un meccanico della McLaren, a seguito della quale la scuderia di Woking aveva rinunciato alla gara. Subito dopo, anche il GP del Bahrain e del Vietnam hanno subìto la stessa sorte, oltre ovviamente a quello di Shanghai annullato già dall’inizio, visto che il focolaio principale del Coronavirus è partito proprio dalla Cina.

Formula 1, la reazione di Lewis Hamilton della McLaren

Non sono mancate polemiche e accuse da parte dei piloti, perplessi per il rinvio del Gran Premio Formula 1 arrivato all’ultimo minuto (per quello dell’Australia, ndr) e con estremo ritardo (parlando degli altri). Lewis Hamilton, pilota della Mercedes, ha da subito espresso il suo disappunto. “Sono molto, molto sorpreso dal vederci tutti qui. È bello poter gareggiare, ma per me è scioccante che siamo tutti seduti in questa stanza. E ci sono molti fans in pista già oggi. Sembra che il resto del mondo stia reagendo, probabilmente un po’ in ritardo, alla diffusione del coronavirus. Abbiamo anche sentito che il presidente americano Trump ha chiuso i confini dall’Europa agli Stati Uniti. Persino la Nba di basket è stata sospesa. La Formula 1 invece continua ad andare avanti. Il denaro è re”.

ilsalottodelcalcio-formula-1-hamilton-lewis-mclaren-virtuale-gran-premio
Getty Images

Formula 1, la novità del Gran Premio in realtà virtuale del Barhain

Una nuova esperienza, forzata dall’emergenza Coronavirus che sta dilagando in tutto il mondo e che ha portato all’annullamento dei Gran Premi, quelli “reali”. La gara del Barhain, infatti, si è disputata virtualmente (realtà virtuale) e ha regalato agli spettatori un’ora e mezza di pausa dalla tensione dovuta allo stato di crisi generale. “Il mondo intero è alla ricerca di alternative e la realtà virtuale & il 3D offrono soluzioni“, dichiara Rossella Parrino, imprenditrice italiana in una società specializzata in innovazione tecnologica.

Ad aggiudicarsi la vittoria è stato Guanyu Zhou, Tester Renault e pilota di F2, che ha guadagnato la prima posizione sfidando piloti veri scesi sulla pista virtuale come Hulkenberg e Gutierrez. Avrebbe voluto vincere la sfida anche Lando Norris, ma il pilota McLaren ha dovuto fare i conti con una connessione internet non proprio perfetta, che gli ha fatto saltare sia le qualificazioni sia gran parte della gara. Nonostante questo, però, ha concluso il Gp in quinta posizione. Attivissimo durante i giri di pista anche Johnny Herbert, ex pilota automobilistico britannico, protagonista di diverse uscite di pista durante il virtual game e di una partenza “a sorpresa” che ha tagliato la curva e è finito inizialmente in prima posizione (con 15” di penalizzazione).

Gran premio in realtà virtuale

il siparietto tra Lando Norris e Max Verstappen

Quinto posto per Lando Norris in pista, ma protagonista assoluto durante la fine delle qualificazioni. Il pilota della McLaren, infatti, al termine delle qualifiche, ha voluto chiamare l’amico Max Verstappen al telefono. Telefonata, ovviamente, finita in video e alla quale hanno partecipato tutti i tifosi e i fan presenti. Norris: “Parto ultimo”, inizia così la conversazione tra i due con Verstappen che risponde: “Sei serio? Davvero?”, e poi dopo una sonora risata, arriva la domanda clou di Norris: “Ti ho chiamato per chiederti un consiglio, visto che nelle qualifiche sono andato male, ho bisogno di capire come rimontare”. Risposta ironica di Verstappen: “La cosa migliore che puoi fare è spegnere il pc! Pensandoci bene ti suggerisco di non frenare in curva-1, di centrare tutti gli avversari, di correre un giro in controsenso e infine di sbattere contro il muretto dei box…”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui