Fiorentina, Prandelli: “Inter? Ce la giochiamo. Vlahovic? A 20 anni solo Adriano forte come lui”

Tempo di lettura: 2 minuti

PRANDELLI COPPA ITALIA FIORENTINA INTER – Queste le parole di Cesare Prandelli, allenatore della Fiorentina, in vista del match di Coppa Italia contro l’Inter, valido per gli ottavi di finale.

Coppa Italia, le parole di Cesare Prandelli in vista di Fiorentina Inter

“Noi teniamo molto alla Coppa Italia. Non è un disturbo e non è un fastidio. Chi scenderà in campo proverà a battere l’Inter, una squadra che ha grande fisicità oltre che qualità. Vogliamo giocarcela a viso aperto, oggi pomeriggio capiremo chi ha recuperato e chi invece ancora ha qualche problema (Ribery e Pezzella, ndr). Chiaramente dovremo stare attenti in fase difensiva ma abbiamo le qualità per far male anche davanti. Non credo che l’Inter pensi alla Juve, anzi. La Coppa Italia diventa una vetrina straordinaria con il passare dei turni. Sono una delle tre squadre migliori del campionato, hanno grandi campioni. Come Lukaku. Uno che gioca, difende, riparte, ed è dura da anticipare: se si gira e parte in progressione, difficilmente è fermabile”.

Sulla partita con il Cagliari

“Ho provato a trasmettere il mio pensiero cercando in un momento come questo di essere pragmatico e concreto. Ci siamo ‘sporcati’, dimostrando determinazione e voglia di ottenere risultati e questo è stato un grande passo in avanti. Poi il cammino è ancora lungo sul piano tattico e tecnico. Il gol col Cagliari dimostra che si può andare in porta velocemente senza troppo palleggio, con i tempi giusti e in profondità si può far male”.

Su Vlahovic e Adriano

“A 20 anni pochissimi giocatori, forse solo Adriano, era così forte. Dobbiamo avere equilibrio. Fino a poche settimane fa c’erano molti dubbi su di lui e ora è indispensabile. Non è così, facciamoli crescere. La società starà trattando con gli agenti per decidere il futuro. La società è seria e capace e sta cercando di programmare, ma nessuno si fa prendere per i capelli anche in sede di trattative, siamo la Fiorentina“.

Sulle qualità dei singoli

Callejon ha qualità straordinarie, dobbiamo ridisegnare il centrocampo per farlo giocare: ma se la qualità è questa, vale la pena continuare su questa strada. Castrovilli deve maturare dal punto di vista della conoscenza del centrocampo capendo i tempi di gioco in base alla posizione. Potenzialmente è molto forte, ora deve dimostrare questa dimensione che uno come lui può trovare. Kouame è un ragazzo molto serio, l’ho già allenato al Genoa. Insisto molto sul primo controllo di palla e sul trovare la porta con freddezza”.

Arianna Botticelli
Giornalista sportiva, appassionata di storia.

Related Articles

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SEGUICI SU

2,098FansMi piace
571FollowerSegui
345FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE