Fiorentina, Montella: “Nessuno ha detto che Chiesa andrà via. De Rossi? Ci darebbe tanto…”

Tempo di lettura: 2 minuti

FIORENTINA MONTELLA CALCIOMERCATO – La Fiorentina ha chiuso quest’oggi la prima parte del ritiro estivo a Moena, sulle Dolomiti. La squadra viola partirà domani per gli Stati Uniti dove sarà tra le protagoniste dell’International Champions Cup. L’allenatore Vincenzo Montella potrà contare su 32 giocatori, tra cui il blindatissimo Federico Chiesa. Assente, invece, Jordan Veretout. Il centrocampista, fischiato dai tifosi viola in ritiro, è sempre più vicino al Milan. Per fare il punto sul mercato in uscita (ed in entrata) mister Montella ha parlato in conferenza stampa dopo aver diretto l’ultima seduta di allenamento.

Montella: “Abbiamo detto cento volte che Chiesa resta alla Fiorentina”

Chiesa? Abbiamo detto cento volte che lui resta. Ha un contratto lungo. E nessuno vicino a Federico ci ha detto che lui vuole andare via. Neppure Enrico Chiesa con il quale ho giocato insieme. Quando incontrerò Federico in America ci parleremo. Vlahovic e Simeone? Se arriverà un altro centravanti è chiaro che uno dei due dovrà andar via. Valuteremo strada facendo. Veretout? Non partirà con noi. Stiamo aspettando che si sistemi”.

Montella: “Balotelli è un calciatore con grandi potenzialità inespresse”

Il mister della Viola, Vincenzo Montella, si è poi soffermato sul calciomercato in entrata e sulla notizia di un possibile approdo alla Fiorentina di Mario Balotelli. Il centravanti classe 1990 è svincolato ma c’è da lavorare su un ingaggio al momento fuori dalla portata della società. “Balotelli? E’ un calciatore di grandi potenzialità. Alcune inespresse rispetto al suo potenziale. Ma prima di dire che è un giocatore della Fiorentina ci sono tanti ragionamenti da fare”. 

Montella: “De Rossi potrebbe dare tanto alla Fiorentina”

Infine una battuta su Daniele De Rossi: “Potrebbe dare tanto alla Fiorentina. Abbiamo insistito tutti per convincerlo ora ho smesso un po’ di bombardarlo. Deve essere lui a decidere. Non è una scelta facile. Di sicuro gli dispiacerebbe smettere di giocare a calcio”.