Fiorentina, Badelj: “Finalmente una vittoria, ora non vogliamo fermarci. Milan? Servirà intensità”

ilsalottodelcalcio-fiorentina-badelj-milan
Getty Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

BADELJ FIORENTINA MILAN – La Fiorentina è tornata a sorridere nel primo turno infrasettimanale della stagione. La squadra di Montella ha sconfitto per 2 a 1 la Sampdoria, abbandonando l’ultimo posto in classifica. Per i viola, però, c’è poco tempo per festeggiare. Domenica sera, alle 20:45, ci sarà infatti il fischio d’inizio della sfida di San Siro contro il Milan. Il centrocampista e capitano viola, Milan Badelj, è intervenuto ai canali ufficiali del club per raccontare le sensazioni in vista di questo attesissimo big match.

Badelj: “Rebic è molto forte, gli auguro il meglio ma non per domenica”

MOMENTO – “Sto bene perché finalmente è arrivata la vittoria, l’abbiamo meritata non solo per questa partita ma per quello che abbiamo fatto dall’inizio dell’anno. Ora però non è finito nulla, anzi dobbiamo sfruttare il momento positivo e provare a vincere ogni gara”.

RIBERY – “Già la sua persona è di impatto per tutti noi, poi quando lo vediamo in allenamento e come si comporta e come lavora è un esempio per tutti noi”.

MILAN – “Il Milan si ferma con l’intensità, la lucidità e la voglia di giocare. San Siro è un bello stadio in cui farsi vedere, non ho dubbi che metteremo tutto questo in campo. Nel Milan c’è un mio connazionale, mio compagno di Nazionale, Ante Rebic che è stato e cresciuto anche qui a Firenze ed è molto forte. Conosco da prima anche Calhanoglu, che ha già fatto gol qua credo ed ha un tiro pericoloso quindi non va fatto calciare. A Rebic faccio l’in bocca al lupo, ma non per domenica, dalla prossima partita”.