De Ligt: “Avrei preferito giocare, ma rispetto la decisione dell’allenatore. Dovrò conquistarmi il posto”

ilsalottodelcalcio-matthijs-de-ligt-juventus-singapore
Foto Getty
Tempo di lettura: < 1 minuto

INTERVISTA DE LIGT – Contro il Parma, alla prima di campionato, non ha fatto il suo esordio Matthijs de Ligt. Il centrale olandese al termine della gara ha concesso un’intervista al quotidiano olandese AD: “Come immaginerete, oggi avrei preferito giocare. Non ho avuto la possibilità di capire nulla durante gli allenamenti riguardo alla mia titolarità o meno, è stato inaspettato, ma ovviamente rispetto la decisione dell’allenatore”.

L’ambientamento in Italia

“Devo essere realistico, sono ancora in fase di ambientamento qui in Italia. I due che hanno giocato ieri, Bonucci e Chiellini, sono stati considerati a lungo come la miglior coppia difensiva al mondo. Dovrò conquistarmi il posto in questa stagione. Mi sono goduto le prime cinque settimane qui a Torino. Fisicamente è molto dura, ma noto che sto diventando più forte. Difensivamente, non ci si aspetta da me cose tanto diverse da quelle a cui ero abituato all’Ajax. L’abitudine devo prenderla per le cose quotidiane, come la lingua. Conosco importanti termini calcistici, ma voglio migliorare notevolmente il mio italiano. Ho un corso per cinque giorni a settimana, quindi direi che le cose procedono bene”.