Cagliari, Nainggolan: “Potevo andare in Cina ma non gioco per i soldi. Un disastro perdere Pavoletti”

Getty Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

CAGLIARI NAINGGOLAN – Radja Nainggolan, dopo due giornate, trae un primo bilancio visto il suo ritorno al Cagliari. “La sensazione più bella che mi accompagna in questi giorni è questa: è come se io non me ne fossi mai andato” dice l’ex Inter. Poi torna sulla sua scelta a Cuore Rossoblu: Giulini è stato bravo a convincermi. Potevo guadagnare di più? Sticazzi! Ma io non gioco per i soldi”. Poi sul momento della squadra: “Un disastro perdere Pavoletti. Uno che ti fa 20 gol, che è generoso, che lotta su ogni pallone e per gli altri”. Conclude sugli obiettivi “Dopo tanti anni di salvezza dobbiamo crescere in mentalità. Perché so che quando giochi per la Champions tutto è più facile. Anche a livello psicologico. Però è questo l’anno del salto, per noi”.